fbpx
Scroll to top

Posta Alzheimer: DEMENZE 10 SINTOMI INIZIALI


 

Con la diffusione del CoVid19 abbiamo tutti vissuto uno stress prolungato, ci siamo sentiti esposti alla minaccia per la nostra salute e per tuttelarci e tutelare i nostri cari, ci siamo chiusi in casa perdendo stimoli esterni utili per arricchire i nostri interessi ed esercitare la nostra personale esperienza con il mondo.
Tra i consigli per ben invecchiare c’è quello di:
  • socializzare;
  • frequentare amici e gruppi di persone con interessi in comune.
Nel periodo che abbiamo attraversato non è stato possibile.
Forse per le persone non completamente autosufficienti e con malattie importanti non sarà possibile ancora per un pò.
Bisogna ribadire quanto sia importante allenare:
  • la nostra capacità di confrontarsi;
  • risolvere problemi;
  • occuparci e scegliere le cose che ci piacciono.
 
Per fare chiarezza, ci sembra utile, allora, ricordare quali sono i 10 sintomi che devono allarmare e guidarci verso gli accertamenti per una diagnosi precoce di demenza.

Una diagnosi precoce permette di attivare gli aiuti utili per “allenare” la persona con demenza nelle attività che meglio gli riescono e quelle in cui è più debole ma può apprendere delle strategie per risolvere i problemi o ricordare e così rallentare il più possibile il progredire della malattia e la perdita di indipendenza.

Demenze: 10 sintomi iniziali

10 sintomi iniziali da prendere in considerazione

VEDIAMOLI UNO PER UNO

PERDITA DI MEMORIA

Uno dei sintomi comuni a diverse forme di demenza. Nella sindrome di Alzheimer la perdita di memoria è caratterizzata in particolare dal dimenticare informazioni nuove.Altri disturbi sono legati al dimenticare appuntamenti o impegni importanti, richiedere più volte la stessa cosa, affidare sempre più all’agenda o ai promemoria le cose da ricordare e dimenticare di consultarle. Chiedere agli altri di fare cose che prima facevamo in autonomia.

DIFFICOLTÀ NELLE ATTIVITÀ CHE PRIMA SI SVOLGEVANO FACILMENTE

Sono possibili cambiamenti molto evidenti nella quotidianità, come difficoltà ad organizzare il bucato e stendere la lavatrice, ricordare come si prepara una ricetta di cucina che si fa da una vita, avere difficoltà a ricordare come pagare una bolletta, come arrivare in un posto, potrebbero esserci difficoltà a comprendere tutte le parole usate per fare una richiesta.

Rallentare i tempi per fare le cose per la difficoltà a concentrarsi.

DIFFICOLTÀ NEL DENOMINARE UN OGGETTO
Nelle conversazioni possono avere difficoltà a seguire o a partecipare, più comunemente quando si è in molti a parlare o in luoghi affollati.
Possibile ripetano la stessa cosa pensando di dirla per la prima volta, sono possibili anche difficoltà a trovare la parola giusta o chiamare le cose con il nome giusto.
RAGIONAMENTO O A GESTIRE DENARO
Chi soffre di demenza può cambiare drasticamente la capacità di giudizio e di decidere questo è più evidente nella gestione denaro, ad esempio possono affidare grosse somme di denaro a truffatori o spenderli in televendite.
Si riscontra anche poca attenzione nella cura di se stessi o alla propria igiene e di come ci si veste.
PERDERE IL SENSO DEL TEMPO: DATE, STAGIONI, ANNO
Le persone con diagnosi di demenza possono perdere il concetto di tempo. Non sapere in che stagione ci troviamo o non saper dire la data del giorno, quale giorno della settimana è.
Possibile il tempo di oggi, per loro sia collocato in un lontano passato.
Possono non riconoscere il luogo in cui si trovano, sia pure la loro casa da molti anni, ricordandone una abitata precedentemente, anche nell’infanzia, per questo a volte saranno disorientati rispetto il luogo in cui sono tanto da non sapere dove si trovano o come ci sono arrivati.
ANCHE IL TORNARE VERSO LA PROPRIA ABITAZIONE PUÒ CREARE CONFUSIONE
Le persone che soffrono di demenze possono essere in difficoltà nelle attività quotidiane, come guidare l’auto rendersi conto dei pericoli e dei segnali stradali anche nei percorsi consolidati.
Possono essere in difficoltà anche ad utilizzare i mezzi pubblici o nei percorsi a piedi.
PROBLEMI VISIVI
In alcune persone i problemi visivi sono sintomi della sindrome di Alzheimer.
Possono presentarsi: difficoltà a leggere, a giudicare la distanza delle cose o di una cosa da afferrare, riconoscere volti, o a definire i colori ed il contorno degli oggetti come se una cosa sfumasse nell’altra.
Possono avere delle dispercezioni visive, come non riconoscere se stessi riflessi in uno specchio.
IRRITABILITÀ E DELIRIO
La persona modifica il suo comportamento cominciando a diventare irascibile ed aggressiva verbalmente o fisicamente.
Sono possibili anche i deliri, soprattutto di tipo persecutorio.
ANSIA E DEPRESSIONE
I cambiamenti evidenti nell’umore, come manifestare frequenti episodi di ansia e un abbassamento del tono dell’umore, quando sono molto differenti dalla personalità della persona che conosciamo.
APATIA E ABULIA

Forte perdita di interesse verso le persone care e tutte quelle attività che prima risultavano fonte di interesse e piacere; la persona può iniziare ad evitare attività sociali e relazionali, abbandonare gli hobby gli sport amati, manifestare disinteresse verso il lavoro.

 


Se volete saperne di più, potete chiedere gratuitamente la:

GUIDA AI DIRITTI DELLA PERSONA AFFETTA DA DEMENZE DEGENERATIVE E MORBO DI ALZHEIMER

scrivendo a: francaforzati@sosdemenze.com 


SOS PARLIAMO ON LINE

Quello che mi capita spesso di vedere è la frustrazione e l’isolamento vissuto dai familiari delle persone con demenza. Un isolamento che li annienta ed immobilizza, compromette ed accellera il decorso della malattia,

Ricevere la diagnosi di demenza o affrontare il cambiamento che questo comporta nella vita e nella famiglia porta ad una grande confusione. Puoi vivere momenti di vero sconforto, aver bisogno di un confronto e suggerimenti.

Ti propongo di sentirci in videochiamata on line (utilizzando Skype oppure Facebook), per la consulenza sul tuo caso, la consultazione on line non si sotituisce al parere del tuo medico specialista, ma valutiamo insieme come fare chiarezza sulla tua situazione e quali risorse puoi mettere in campo per migliorarla.

Io ci sarò, a te basterà prenotare un’ora on line. Scrivimi qui indicando in oggetto: SOS PARLIAMO ON LINE ti arriveranno tutte le informazioni per fissarci un incontro.

Post a Comment